Apple pesante a Wall Street: Morgan Stanley scettica sulle vendite di iPhone

(Teleborsa) - Affonda sul mercato americano il titolo Apple, che soffre con un calo del 3,85%: Morgan Stanley si è detta preoccupata per le vendite di iPhone dopo la debole guidance di TSMC, il principale partner di chip per la Mela Morsa.
La banca d'affari americana ha ridotto le previsioni di vendita di iPhone della Casa di Cupertino per il trimestre a giugno, a 34 da 40,5 milioni di dollari a fronte dei 43 milioni indicati in media dagli analisti.  L'andamento della casa di Cupertino nella settimana, rispetto al Dow Jones, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze.
Quadro tecnico in evidente deterioramento con supporti a controllo stimati in area 164,1 dollari USA.
Al rialzo, invece, un livello polarizzante maggiori flussi in uscita è visto a quota 169,7.
Il peggioramento di Apple è evidenziato dall'incrocio al ribasso della media mobile a 5 giorni con la media mobile a 34 giorni.
A brevissimo sono concrete le possibilità di nuove discese per target a 162.
Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell'Ufficio Studi Teleborsa)

Leggi tutto l'articolo