Approvato il decreto legge per la sicurezza stradale

SICUREZZA STRADALE Approvato il decreto leggeAlla vigilia del grande esodo di agosto, è arrivata l’approvazione dal Consiglio dei Ministri del decreto legge volto a rafforzare le attuali norme di sicurezza stradale.
Il provvedimento, presentato dal Ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, contiene norme applicabili nell’immediato nei confronti di coloro che violano il codice stradale.
Infatti, la Commissione di Palazzo Madama ha sostenuto il minidecreto proprio per rendere operative, a partire da oggi, le nuove norme di sicurezza, prima della vera e propria approvazione della legge prevista per ottobre.
Cardine è il tema della guida sotto effetto di alcool e stupefacenti.
Il provvedimento prevede tre differenti sanzioni in base a tre differenti tassi alcolemici.
Il primo stadio di valori va da 0.5 a 0.8 gr per litro di sangue, prevede una multa tra i 500 ed i 2000 euro, reclusione fino ad un mese e la sospensione della patente dai 3 ai 6 mesi.
Il livello intermedio va dagli 0.8 ai 1.5 gr per litro, prevede una multa dagli 800 ai 3.200 euro, l’arresto fino ai 3 mesi e la sospensione della patente dai 6 masi ad un anno.
Il livello massimo, che supera l’1.5 gr, è il maggiormente punito: multa da 1.500 a 6.000 euro, reclusione fino a 6 mesi e sospensione della patente anche per due anni.
Se poi si rifiuta di fare il test, si può arrivare a sanzioni di 10mila euro.
Se si provoca un incidente da ubriachi, le pene raddoppiano per tutti i livelli e viene predisposto il fermo veicolo per 90 giorni.
Inoltre, chi guida dopo aver assunto stupefacenti sarà punito con multe da 4.000 euro, arresto fino a 3 mesi e sospensione della patente da 6 mesi ad un anno.
Si inaspriscono anche le pene per chi supera i limiti di velocità.
Per i recidivi che superano il limite di 60km può scattare anche la revoca della patente, per chi guida senza patente, multe salate e reclusione fino ad un anno, per chi usa cellulari, ammende dai 148 ai 594 euro.
Restrizioni anche per i ragazzi che prenderanno la patente dopo i 3 mesi dall’entrata in vigore del decreto.
Per loro divieto assoluto di guidare veicoli con potenza superiore a 50kW/t, come la Mini e la nuova 500.
Il ministro della Solidarietà Sociale, Paolo Ferrero, ha protestato perché il Consiglio dei Ministri non ha ancora esaminato la sua proposta di legge per limitare la pubblicità sugli alcolici.
Secondo il Ministro, infatti, le nuove norme per la sicurezza stradale dovrebbero essere affiancate da un’adeguata “terapia” preventiva.
L’Adiconsum condivide le affermazioni [...]

Leggi tutto l'articolo