Aprire un blog e guadagnare

Fino a qualche tempo fa, la creazione di un sito web era riservata solo a persone con particolari competenze.
Il web master era una delle figure principali del web marketing.
Sulle sue capacità e bravura si reggeva il successo di un sito e affidarsi a un professionista valido determinava il successo di un’azienda.
Ad oggi, grazie alle guide sparse per il web e soprattutto ai CMS, chiunque può cimentarsi nella creazione di un sito, ma purtroppo, ancora in pochi riescono nell’impresa di dare vita a un sito davvero utile.
In questo articolo si spiegherà come comporre una “cassetta degli attrezzi” per aprire un blog e guadagnare con esso, dopo un certo periodo di esperienza.
Il primo strumento da conoscere è il CMS, acronimo di Content Management System, sistema per la gestione di contenuti.
Ormai non esistono quasi più i siti creati da un solo sviluppatore, più precisamente in questo caso si parla di programmatori che creano un CMS personale, generalmente in PHP.
I comuni mortali dovrebbero imparare a utilizzare qualcosa come Joomla o, meglio ancora, WordPress, che è ormai capillarmente diffuso e la comunità offre una quantità di documentazione vastissima.
Wordpress rappresenta il metodo più veloce e professionale per aprire un blog, nella maggior parte dei casi, basta impostare il titolo del sito, qualche parametro per la connessione al database e voilà, il blog è online.
Successivamente alla scelta del CMS si deve guardare alla scelta del template, la veste grafica del sito.
Wordpress offre una quantità immensa di temi, alcuni gratuiti mente altri si possono acquistare pagando poco più di 50€.
Comunque sia, per personalizzare alcuni aspetti, è fondamentale conoscere per forza l‘HTML (attualmente alla versione 5) e il CSS.
Non si tratta di linguaggi di programmazione, ma piuttosto di markup e stile, semplificando al massimo, HTML è il telaio del sito, mentre il CSS è la carrozzeria.
Sarebbe utile, ma non fondamentale, conoscere anche un po’ di PHP, un linguaggio lato server, che si occupa di far girare il motore, sempre rimanendo in ambito automobilistico.
Dopo aver scelto il template, vanno cercati i plugin migliori da installare sul CMS, che semplificano molto la vita.
Ad esempio, il plugin SEO di WordPress è una bomba e aiuta nel posizionamento sui motori di ricerca.
Ed è proprio la conoscenza delle tecniche Seo che, dopo la costruzione del sito, potranno determinarne il suo successo.
Ma andiamo con ordine, abbiamo messo online il nostro blog, gli abbiamo dato un vestito, abbiamo installato [...]

Leggi tutto l'articolo