Archeologia viva: Matera capitale europea della cultura 2019. Progetto europeo, giugno 2019.

MARCO MARTINI



ARCHEOLOGIA VIVA: MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019.
PROGETTO EUROPEO, GIUGNO 2019








ARCHEOLOGIA VIVA: MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019.
PROGETTO EUROPEO, GIUGNO 2019
Due sono gli strumenti dell’archeologia: gli scavi e la consulenza archeologica. Tutto il sottosuolo è di proprietà dello Stato e viene tutelato e valorizzato. Durante l'attività di scavo è necessaria la presenza di un archeologo, che si avvale, per le operazioni di scavo, dell'ausilio di operai specializzati. La valutazione di impatto archeologico (V.I.A.) è di competenza dell'archeologo, che deve redigere una relazione in cui valuta i rischi degli scavi: la possibilità di rischio può essere bassa, media o alta. Un bene culturale è di proprietà dello Stato e quindi di tutti: per bene culturale s’ intende un edificio definito da una legge emanata nel 2004: fino al 2004 i beni culturali ed ambientali, come quelli paesaggistici, non erano tutelati. Il Pantheon a Roma è...

Leggi tutto l'articolo