Architettura e Scultura del Seicento – Parliamo di Gian Lorenzo Bernini e Francesco Borromini

 L'architettura e la scultura italiana che troviamo durante il Seicento.Come abbiamo già accennato in un altro articolo che potrete trovare tra le categorie a lato in Arte del Seicento, in Italia durante la fine del secolo Cinquecento e l’inizio del Seicento nasce e si sviluppa un nuovo tipo di arte che verrà conosciuta nella storia come l’Arte barocca che poi riuscirà anche a influenzare gli artisti in tutta Europa.La caratteristica principale di questa Arte è quella di impressionare e di stupire gli osservatori con opere spesso monumentali e spettacolari, capaci di esaltare e celebrare i ricchi e i potenti Sovrani del periodo.
La Chiesa Cattolica che aveva avuto una grave crisi con l’avvento della Riforma protestante cerca di far riavvicinare i fedeli ad essa attraverso la commissione di grandi opere artistiche che devono esaltare sia il potere e la ricchezza materiale ma anche e soprattutto quella spirituale.A Roma che era considerata un centro di potere della Chiesa cattolica nel mondo si costruiranno delle opere straordinarie come piazze, fontane, Chiese e Palazzi pubblici e privati che contribuiranno a cambiare il volto della città eterna per sempre. Gian Lorenzo Bernini il grande architetto.Tra gli ottimi architetti dell’epoca a cui vengono commissionate la realizzazione di grandi opere vi è un Artista che risponde perfettamente alle esigenze della Chiesa cattolica.
Questo è Gian Lorenzo Bernini (1598-1680) il quale è considerato con pieno merito dagli storici d’arte come il più grande architetto e scultore del Seicento.Possiamo vedere i caratteri essenziali del Bernini Architetto andando ad ammirare e analizzare per esempio la Chiesa di Sant’Andrea che si trova al Quirinale a Roma.
Vediamo che la pianta di questa chiesa è ellittica, con l’asse maggiore nel senso della larghezza, lo spazio viene dilatato e genera tensione e dinamismo.
L’ellisse avendo due centri moltiplica i punti di vista.Il movimento qui è accentuato dall’alternarsi di sporgenze e rientranze di luci e di ombre.
Lungo il perimetro si aprono delle cappelle, dilatando lo spazio anche attraverso la cupola che chiude in modo armonioso l’edificio.All’esterno si può vedere che la linea curva prevale su quella retta soprattutto nei gradini semicircolari che sembrano invitare i fedeli a entrare.
Sotto vediamo sia la pianta che un particolare della Chiesa di Sant’Andrea al Quirinale del Bernini.  Il Bernini è conosciuto soprattutto in tutto il mondo per la progettazione e la costruzione della stupenda Piazza di [...]

Leggi tutto l'articolo