Arcobaleno – Teoria sulla vista e i colori di Schopenhauer

Negli anni 1813-1814, pochi anni dopo l'enunciazione della teoria dei colori di Goethe, alla sua evoluzione partecipa un giovane filosofo tedesco, Arthur Schopenhauer (1788-1860).In questo periodo l'oggetto principale delle conversazioni tra Goethe e Schopenhauer a Weimar non è tanto la filosofia quanto la ricerca sperimentale sui colori.Goethe, realizzando un rapporto maestro-discepolo, offre a Schopenhauer l'opportunità di avvicinare una disciplina scientifica in modo completamente nuovo rispetto al periodo degli studi universitari, introducendolo: allo studio della "teoria dei colori"(1810); all'apprendimento delle tecniche di indagine sui fenomeni cromatici; alla risoluzione di quesiti scientifici attraverso l'ideazione e la realizzazione di procedure sperimentali.
Goethe cerca un collaboratore per proseguire nella sua battaglia sulla teoria dei colori contro Newton, dopo lo scarso successo riscosso dall'opera del 1810. Schopenhauer condivide il proposito di Goethe di riget...

Leggi tutto l'articolo