Argaldi, scultore rivale del Bernini

Fonte: Wikipedia

Conosciuto soprattutto come rivale di Bernini, Alessandro Argaldi, scultore di fama della metà del XVII secolo, non visse di luce riflessa, ma mostrò costantemente una sua autonoma e forte individualità che lo portò ad essere straordinariamente apprezzato dagli studiosi del suo tempo e profondamente ammirato dalla aristocrazia romana, che ritrovava nel suo stile il modo migliore per esprimere la propria dignità e nobiltà.
In effetti il mondo artistico di quegli anni era diviso tra Barocco e Classicismo, cioè tra la passionalità e l’animazione berniniana e la compostezza ed il rigore a volte velato di malinconia dell’Algardi.
Alessandro Algardi si era formato nella Bologna dei Carracci , in particolare di Ludovico, e aveva approfondito la conoscenza dell’antico a Mantova, alla corte del duca Ferdinando Gonzaga. A Roma era giunto nel 1625, quando era papa Urbano VIII Barberini, grande protettore e committente del Bernini.
In questo ambiente Algardi ebbe non poche...

Leggi tutto l'articolo