Argentina: condannato ex vicepresidente

(ANSA) – BUENOS AIRES, 7 AGO – L’ex ministro dell’Economia ed ex vicepresidente argentino, Amado Boudou, è stato condannato oggi in primo grado a cinque anni e dieci mesi di carcere per corruzione passiva e negoziati incompatibili con la funzione pubblica.
Lo ha reso noto la tv ‘all news’ C5N.
I giudici del tribunale federale n.
4 della capitale hanno anche disposto l’esclusione a vita per cariche pubbliche, una multa di 90.000 pesos (2.850 euro) ed il suo arresto immediato.
Boudou è stato riconosciuto colpevole nell’ambito del salvataggio della Ciccone Calcográfica, compagnia specializzata nella produzione di carta moneta, poi trasformata in Compañía de Valores Sudamericana.
Secondo l’accusa mentre occupava la carica di ministro dell’Economia, Boudou – attraverso i suoi amici, pure condannati, l’imprenditore José María Núñez Carmona e l’avvocato Alejandro Vandenbroele – si interessò per l’acquisizione del 70% delle azioni della compagnia Ciccone dichiarata in bancarotta, mettendo in marcia il suo salvataggio.