Arisa a Sanremo è più facile fare la valletta

Torna a  Sanremo per la quinta volta e per una nuova scalata alla classifica del "Festival di Sanremo", Arisa, che torna in gara all'Ariston e si prepara a pubblicare un nuovo albumI lavoro da studio, in uscita il 12 febbraio, sarà il quinto della cantante e porterà lo stesso titolo del brano che Arisa porterà anche a Sanremo, Guardando il cielo.
«La canzone che porto al Festival  è scritta da Giuseppe Anastasi (autore di molti dei brani di successo di Arisa, tra cui Sincerità e La notte, ndr) e nasce da una forte spiritualità, non necessariamente riconducibile ai dogmi della chiesa».  Al Festival, Arisa torna dopo la vittoria nei giovani nel 2009, quella tra i big del 2014 e l'esperienza da valletta lo scorso anno.
«A Sanremo fare la valletta è sicuramente più semplice che cantare - ha confessato la diretta interessata - ma anche stavolta spero soprattutto di divertirmi».
Per la serata delle cover, invece, Arisa ha deciso di salire sul palco dell'Ariston puntando su Cuore di Rita Pavone, che poi sarà anche nella scaletta dell'album.
«È un brano molto moderno - ha spiegato lei - che mi piaceva molto.
L'ho rivisitato in chiave anni Sessanta».
Nel prossimo capitolo discografico ci sarà anche il brano Gaia, a tema ambientale.
«Io vengo dalla campagna - ha detto Arisa - e sono sensibile ai dissesti ambientali causati dalla nostra smania di vivere troppo comodi.
Se la gente crede in Dio, deve impegnarsi per custodire al meglio quello che Dio ha creato».

Leggi tutto l'articolo