Aristotele - terzo libro della poetica

Aristotele nel terzo libro della poetica,dice che nell'isola di Ios, in occasione della colonizzazione, una ragazza indigena fu ingravidata da uno di quei demoni che danzavano con le Muse e vergognandosi dell'accaduto per la grandezza del ventre, ando' ad Egina.
Dei pirati la presero e la condussero da Meone, loro amico, il quale si innammoro' della bellezza della ragazza e la sposo'.
Presa dalle doglie ella partori 'Omero sulla riva del fiume.
Poiche' Crizeide mori' dopo il parto, Meone lo accolse come figlio e lo allevo'.
Cresciuto poi acquisto' fama nella sua abilita' poetica e chiese alla divinita' chi e di dove fossero i genitori cosi' fu risposto   Alla sua morte gli abitanti di Ios sulla sua tomba posero: qui il sacro corpo nasconde la terradi eroi ordinatore il divino Omero.... (soloosocrate)

Leggi tutto l'articolo