Arrestati i presunti rapinatori delle banche Tercas di Termoli e Campomarino

LARINO – Sarebbero loro i rapinatori che il 7 giugno a Campomarino e l’8 agosto a Termoli avrebbero messo a segno i colpi alle filiali della Tercas.
Si tratta di due giovani incensurati P.S di 21 anni e G.S.
di 22 entrambi di Cerignola (FG).
Ai due rapinatori i militari dell’Arma della Compagnia di Termoli sono giunti grazie ai filmati delle telecamere a circuito chiuso delle due banche.Stessa statura, stesso agire nel compiere i colpi , non armati e, uno di loro, con un neo ben visibile sul volto.
Per risalire ai due i carabinieri di Termoli, coordinati dalla Procura della Repubblica di Larino, hanno divulgato i filmati ai vari comandi della penisola.
Da Cerignola, grande centro della provincia di Foggia, è giunto il responso positivo che non lascerebbe dubbi.
Sarebbe stato accertato che sia a Campomarino che a Termoli uno dei due malviventi, P.S.,nei giorni prima delle rapine, abbia fatto un sopralluogo all’interno delle due filiali facendosi cambiare una banconota, mentre G.S avrebbe preso parte ad un solo colpo.  Per questo secondo motivo le indagini proseguono perché a compiere le rapine sono stati sempre due persone.  Tutti i particolari delle indagini e degli arresti sono state illustrate ieri mattina nel Tribunale di Larino dal Procuratore della Repubblica, Ludovico Vaccaro, dal Colonnello Bertotti del comando provinciale dei carabinieri di Campobasso, e dal capitano Nichillo.

Leggi tutto l'articolo