Arriva il “Codice Rosso”: revenge porn e fondo per le vittime di reati violenti tra le novità

La Camera ha finalmente approvato con 380 voti a favore e nessun contrario il disegno di legge per il contrasto alla violenza domestica, noto come “Codice Rosso”, che adesso passa al Senato. Tanti gli emendamenti approvati, dal revengeporn, alle sanzioni per i matrimoni o le unioni per coercizione finanche al rafforzamento delle tutele per le vittime di reati violenti.
Ma entriamo nel dettaglio.
REVENGE PORN: il ddl introduce una nuova fattispecie criminosa, il revengeporn, ossia la diffusione di foto o video a contenuto sessualmente esplicito senza il consenso della persona interessata, ai  fini ricattatori, denigratori o di ritorsione affettiva.
Il reato è punito con il carcere da uno a sei anni e con la multa da 5.000 a 15.000 euro.
La pena è aumentata se il fatto è commesso dal coniuge, anche separato o divorziato, o da una persona che sia o sia stata legata alla persona offesa da una relazione affettiva, ed è ancora più severa se i fatti sono commessi tramite internet.
In...

Leggi tutto l'articolo