Arrivano i vigilantes in tre al lavoro da stasera

Cronaca 24 maggio 2014 Arrivano i vigilantes in tre al lavoro da stasera Non potranno fare multe ma potranno chiedere i documenti e invitare i giovani al rispetto delle regole e del decoro nelle principali strade del centro città BELLUNO.
Da stasera ci saranno i vigilantes in centro storico.
Per contrastare il problema del disturbo e del degrado denunciato da un gruppo di cittadini, i gestori di alcuni locali hanno deciso di pagare un servizio di vigilanza privata, che stazionerà all'esterno dei bar ma sarà presente anche nelle strade vicine.
Ieri mattina i gestori del bar Sirena, dell'enoteca Mazzini, del Convivium e dell'antica birreria Mezzaterra ne hanno parlato con il sindaco Massaro, con il comandante della Polizia locale Dalla Ca' e con i tecnici del servizio attività produttive, che hanno accettato la loro proposta.
Gli esercenti hanno segnalato, fatto confermato anche dalla Polizia locale, che a costituire il problema sono soprattutto i molti minorenni che frequentano i locali portando con sé alcolici precedentemente acquistati altrove, sfuggendo così dal loro controllo.
«Lo abbiamo verificato anche con le telecamere di sicurezza», spiega Massaro.
«Non si tratta dei clienti dei bar, ma di ragazzi che arrivano in centro con bottiglie acquistate altrove».
I gestori, però, si sono assunti l'impegno di cercare di porre un freno alla maleducazione e all'inciviltà di alcuni, e si sobbarcheranno la spesa della vigilanza.
I presenti hanno anche rinnovato il loro impegno a pulire le aree circostanti i locali e a fare attenzione a non superare i limiti acustici imposti dalla legge.
«Inizieremo domani (oggi per chi legge ndr.)», spiega Jeanette, del bar Sirena.
Sono tre i vigilantes che lavoreranno da questa sera.
Gireranno fra porta Dojona, piazza Mazzini, piazza delle Erbe e via Mezzaterra, frequentando anche le strade secondarie e meno illuminate dove si sono spesso verificati atti di disturbo e vandalismo.
Il servizio sarà in funzione dalle 23 a tarda notte.
I vigilantes non potranno fare multe, ma potranno intervenire per fermare comportamenti scorretti: «La normativa è cambiata rispetto al passato, oggi chi effettua questo servizio è riconosciuto da un decreto prefettizio», spiega il comandante Gustavo Dalla Ca'.
«Non ci si improvvisa più, come avveniva qualche anno fa».
I vigilantes potranno per esempio chiedere i documenti ai ragazzi che dovessero avere con sé bottiglie di superalcolici, potranno invitarli a non fare rumore e a comportarsi in maniera adeguata.
Qualora l'invito non venisse [...]

Leggi tutto l'articolo