Art. 37 C. Appalti: l'obbligo di dichiarare le quote di partecipazione sussiste anche in caso di A.T.I. costituende

Se partecipi in A.T.I.
non puoi proprio permetterti di dimenticare di chiarire, preventivamente, chi delle associate farà che cosa e quanto è la quota di partecipazione di ciascuna impresa all'A.T.I.
E ciò tanto nel caso di servizi, quanto nell'ipotesi di A.T.I.
orizzontali o semplicemente costituende. La regola generale.
"Poiché l'art.
37 del D.
Lgs n.
163 del 2006, al comma 13, con disposizione valida anche per gli appalti di servizi, stabilisce che i concorrenti riuniti in raggruppamento temporaneo devono eseguire le prestazioni nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento, è evidente che deve sussistere una perfetta corrispondenza tra quota di lavori (o, nel caso di forniture o servizi, parti del servizio o della fornitura ) eseguita dal singolo operatore economico e quota di effettiva partecipazione al raggruppamento e che vi è la necessità che sia l’una che l’altra siano specificate dai componenti del raggruppamento all'atto della partecipazione alla gara (Cons.
St., V Sez., 7.5.2008, n.
2079).
Del resto, proprio a fini di garanzia di effettività della veduta disposizione, lo stesso art.
37, al comma 4, statuisce che nel caso di forniture o servizi (ai quali ultimi si riferisce appunto la gara all’esame) devono essere specificate le parti del servizio o della fornitura, che saranno eseguite dai singoli operatori economici riuniti o consorziati. L'indicazione delle stesse si rivela dunque requisito di ammissione alla gara e deve quindi provvedersi a tale incombente nella domanda di partecipazione alla gara e non in sede di esecuzione del contratto (Cons.
St., V, 28 settembre 2009, n.
5817 ). Vale anche per R.T.I.
orizzontali.
"Invero, l’obbligo di specificazione in esame trova la sua ratio (ed è per questo applicabile, a differenza di quanto ritenuto dal T.A.R.
ed in adesione all’orientamento espresso da Cons.
St, V, 28 agosto 2009, n.
5098, anche ai raggruppamenti orizzontali quale quello di cui si discute, potendo ravvisarsi la figura del raggruppamento di tipo verticale solo quando le stazioni appaltanti abbiano indicato nel bando di gara la prestazione principale e quelle secondarie, il che incontestatamente non è avvenuto nella fattispecie all’esame) nella necessità di assicurare alle Amministrazioni aggiudicatrici la conoscenza preventiva del soggetto, che in concreto eseguirà il servizio.
E ciò non solo per consentire una maggiore speditezza nella fase di esecuzione del contratto, ma anche per l’effettuazione di ogni previa verifica sulla [...]

Leggi tutto l'articolo