Arte in erba

il punto di vista artistico di un bambino.
Sarebbero dei critici ideali per quanto riguarda l'arte di ogni genere e forma.
Hanno la spontaneità di chi dice quello che vede, senza sovrastrutture, o finzioni, o formalismi, o preconcetti, solo l'impatto visivo, e quindi anche emotivo, con l'opera che hanno davanti.
Giorni fa ho assistito, indirettamente perché stavo facendo altre cose, ad un dialogo tra mia nipote Luna, 7 anni, e suo zio in merito all'arte.
Da premettere che lei ama il disegno e ci è anche particolarmente portata.
In quel momento era alle prese con il paint, che voleva utilizzare per provare a disegnare (preferisce carta e matite).
Non essendo ispirata, e anche tanto per ridere, ha iniziato a scarabocchiare a casaccio sullo schermo, linee punti e segni indefiniti, divertita dalla consapevolezza delle scemenze che stava facendo.
A quel punto lo zio le ha detto: zio: "Sai Luna che ci sono pittori che fanno dipinti tipo questo che hai fatto tu ora?" Luna: "non ci credo.
E che dipinti sono?" Al che lo zio, per pungolarla e incuriosito da come avrebbe reagito, ha pensato di scegliere dal web un dipinto di arte moderna, e cercando in realtà il noto "lezione di sci" ha trovato questi altri due dipinti di Miro da sottoporle: dei quali soprattutto il secondo l'ha maggiormente colpita.
Ma i suoi commenti a primo impatto sono stati i seguenti: Luna: "Ma che è!! Non si capisce niente!" zio: "Tu cosa ci vedi qui?" Luna: "niente, tante linee e punti, un pesce, una stella.
Ma non si capisce niente.
Ma questo è di un pittore?" zio: "Sì, e anche famoso.
Lo sai che dipinti come questo valgono tanto e vengono esposti nei musei?" Luna (dopo averli osservati un po' più a lungo): "E perché??" Ecco.
Me lo chiedo anch'io :D Evidentemente il mio sull'arte moderna è il punto di vista di un bambino, dato che la penso esattamente allo stesso modo.

Leggi tutto l'articolo