Assalti a portavalori. Raffica di avvisi

giovedì 12 giugno 2008 Assalti a portavalori.
Raffica di avvisi TARANTO - Notificati avvisi di conclusione delle indagini a dieci persone specializzate negli assalti ai furgoni portavalori.
La banda era stata sgominata a fine marzo dai carabinieri del Nucleo intestigativo del Comando provinciale.
Si tratta di Alfonso Zizzo, trentasettenne di Torricella, Salvatore Argentiero, quarantaduenne di Grottaglie, Terenz Patrizio D’Aggiano, ventiseienne di Torricella, Antonio Urbano, ventiseienne di Sava, Giovanni Battista Bernardi, trentaciquenne di Sava, Lorenzo Leuzzi quarantaseienne di Francavilla Fontana, Rocco Gerardo Barbetta, cinquantenne di Rionero in Vulture, Cosimo Cipriano, cinquantunenne di San Giorgio Jonico, Pietro Leone, trentaquattrenne di Martina Franca.
Un avviso di conclusione delle indagini anche per Luciano Campeggio, noto esponente della mala sangiorgese, che è ancora latitante.
I dieci sono accusati di aver tentato di assaltare una banca di Mottola e di rapine ai danni di un istituto di credito di Monteiasi, di uffici postali di Putignano e Lanciano, di un supermercato di Faggiano e di furgoni portavalori a Manduria e Francavilla Fontana.
Secondo l’accusa il gruppo durante le incursioni non avrebbe esitato a sparare colpi di fucile contro le guardie giurate di scorta ai blindati pieni si soldi.
I mandati di cattura furono emessi dal gip Patrizia Todisco su richiesta del sostituto procuratore Carmen Ruggiero.
Le indagini del Nucleo investigativo erano partite nell’estate del 2006 dopo una rapina messa a segno a Grottaglie, ai danni del credito cooperativo di San Marzano di San Giuseppe.
In azione due malviventi incappucciati ed armati di taglierino i quali si impossessarono solo di un migliaio di euro.
Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Carlo Petrone, Claudio Percolla, Cosimo Nesca, Angelo Masini, Franz Pesare e Fabio Falco.
G.N.

Leggi tutto l'articolo