Assassinio sul Tevere (1979)

Il genere poliziesco si presta ad essere infarcito spesso e volentieri con l'estremizzazione dei suoi canoni, tanto che altrettante sovente ci si confronta con pellicole che appaiono come parodie del medesimo.La tazza di Cinecaffettino di questo post, ASSASSINIO SUL TEVERE, dimostra che due anime (giallo e commedia) possono coabitare in un film se a sedersi in regia c'è chi sa dirigerle.Bruno Corbucci, ideatore (con Mario Amendola) del ciclo del maresciallo Nico Giraldi a partire da Squadra Antiscippo del 1976 si porta un bagaglio ricco di trovate divertenti da diluire in un contesto più serio, che sia legato ad un fatto criminoso lieve od addirittura un omicidio.Nel caso di specie, il delitto avviene sulle rive del Tevere, al cospetto di un manipolo di personaggi in modo differente collegati alla valorizzazione del fiume della città capitolina.L'incipit ha natura prettamente investigativa, con un colpevole da decifrare ed un Tomas Milian (su cui si cuce addosso la figura del poliziott...

Leggi tutto l'articolo