Assegni scoperti e vendetta La verità sul killer di Brindisi

LA MAFIA NON C'ENTRA.
FERRARESE: "OFFESO DA CAMPAGNA DIFFAMATORIA CONTRO BRINDISI"Guarda l'I-Perr videointervista di Angelo Maria Perrino a Massimo FerrareseAttentato a Brindisi/ Ecco il video integrale del killer Un buco profondo 342mila euro.
Una truffa dopo aver venduto benzina, denunciata nel 2007 e riconosciuta in suo favore lo scorso aprile.
Era parte offesa nel processo, ma quel denaro non gli è mai stato restituito, nonostante la sentenza.
Così Giovanni Vantaggiato è diventato un killer: sarebbe questo il movente che ha spinto il 68enne, rivenditore di carburanti agricoli di Copertino e padre di due figli, a piazzare le bombe davanti alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi.
Il vero obiettivo era il tribunale non lontano dall'istituto Nella notte Vantaggiato ha confessato.
Ma restano ancora tanti punti oscuri nella sua versione, che apre il fianco ad altre declinazioni.
Resta controversa la posizione del preside della scuola, Angelo Rampino, bersaglio nei cui confronti potrebbe essersi, invece, scatenata la vendetta dell’attentatore.
I DETTAGLI

Leggi tutto l'articolo