Assemblea annuale dei soci e Giornata Nazionale dell’Adesione

Il 30 Novembre del 2008 si è tenuta, presso la sala ricevimenti “Il Pegaso” di Cerignola, la “Giornata Nazionale dell’Adesione” dell’U.N.I.T.A.L.S.I.
alla quale ogni socio della sottosezione è stato preventivamente invitato a partecipare.
Lo scopo di questa assemblea, che è prevista dal regolamento dell’associazione e che si svolge in ambito nazionale, è di offrire ad ogni socio la possibilità di “testimoniare il nostro essere uniti nell’amore al servizio di Cristo presente nei fratelli” così come ha ribadito il Presidente nella lettera di convocazione.
            Il programma prevedeva l’accoglienza dei partecipanti alle ore 09,00, la recita delle Lodi Mattutine alle 09,15, le relazioni del Presidente, del vice-Presidente, dell’Assistente Spirituale e del Segretario alle ore 09,30, una pausa caffè alle 11,30 e poi la relazione dei Consiglieri.
La seconda parte del programma prevedeva alle 16,00, dopo il pranzo, gli interventi liberi, le risposte ai quesiti e il dibattito di tutti i partecipanti.
L’assemblea è terminata con la recita dei Vespri e la Celebrazione Eucaristica presso la Chiesa di San Leonardo di Cerignola.
              Il Presidente Domenico Palieri ha illustrato il programma, il senso e lo scopo dell’iniziativa e il modo sincero e trasparente con cui doveva avvenire il confronto.
Secondo lui gli argomenti dovevano avere come tema le iniziative fatte durante l'anno in corso, i suggerimenti e le osservazioni fatte dai soci sulle relazioni dei vari membri del consiglio.
            L’Assistente spirituale don Tommaso Dente, invece, ha commentato ed approfondito il capitolo 25 del vangelo di Matteo.
            Poi è intervenuto il consigliere Romolo Bruno che ha illustrato la difficoltà di testimoniare e comunicare il carisma dell'associazione all'esterno di essa, soprattutto nel suo paese di Ascoli Satriano che è carente di giovani.
Egli ha sottolineato che le difficoltà non devono scoraggiare  una persona disabile, che è motivata moralmente e spiritualmente, ad esprimere la propria gioia di vivere.
            Il consigliere Aurelio Macario, animatore dei pellegrini, ha evidenziato l’importanza della formazione spirituale di tutti i partecipanti ai pellegrinaggi prima della partenza.
Ha pure ribadito che i ruoli dei vari soci (personale, ammalato e pellegrino) che sono fondamentali dal punto di vista organizzativo, devono essere annullati da chi vuole sentirsi “membro di una famiglia formata da persone [...]

Leggi tutto l'articolo