Assen: MotoGP, vince Stoner

Rossi cade e chiude undicesimo Il campione australiano della Ducati domina il GP d'Olanda.
Pedrosa si accontenta del secondo posto, ma guadagna la testa del mondiale.
Sotto la bandiera a scacchi Colin Edwards beffa Nicky Hayden, rimasto senza benzina.
Una caduta al primo giro obbliga invece Valentino Rossi ad una bella rimonta fino all'undicesimo posto.
Caduto anche Alex De Angelis che rimedia la frattura del mignolo della mano sinistra.
Non c'è storia.
Al semaforo verde del GP di Assen, Casey Stoner parte bene e dopo poche curve si prende la testa della gara con un facile sorpasso ai danni di un Dani Pedrosa, partito a razzo.
Una Ducati scatenata che cavalca in solitario fin sotto alla bandiera a scacchi.
Lo spagnolo della Honda non ci pensa nemmeno a stare con l'australiano e ragiona nell'ottica mondiale, visto che con il secondo posto odierno, Dani conquista la testa della classifica mondiale.
Il terzo posto sembrava già assegnato a Nicky Hayden, quando a pochi metri dal traguardo l'americano è rimasto senza benzina, vedendosi passare da Colin Edwards.
Il texano della Yamaha Tech 3 conquista un podio meritato, figlio di un po' di fortuna, ma anche di una grande gara d'attacco.
Undicesimo all'arrivo, Valentino Rossi è risalito in sella dopo una scivolata nelle prime battute della corsa.
L'italiano perde aderenza al posteriore andando poi a centrare il povero Randy De Puniet.
Successivamente il dottore si è reso protagonista di una grande rimonta che, nonostante i danni alla moto, gli ha fatto guadagnare 5 punti e limitare i danni nell'ottica della classifica mondiale.
Ottima prestazione per Andrea Dovizioso che conquista un bel quinto posto, davanti a Jorge Lorenzo.
Anche in questa occasione entrambi i "rookie" hanno messo in pista una bella serie di duelli e sorpassi, segno che i giovani crescono bene ed in fretta.
Brutta caduta invece per Alex De Angelis che durante la scivolata nelle vie di fuga si è fratturato il mignolo della mano sinistra.
Grazie alle assenze di Loris Capirossi, John Hopkins e alla caduta di Anthony West, chiude al 13mo ed ultimo posto Marco Melandri, che raccoglie 3 punti in classifica mondiale.

Leggi tutto l'articolo