Attività dei carabinieri del Comando provinciale di Campobasso

I Carabinieri della Stazione di Casacalenda  hanno tratto in arresto  G.A., 46enne da Lupara (CB), già censito; l’uomo, controllato durante un servizio di perlustrazione, è risultato destinatario di un mandato di arresto europeo emesso in Belgio per una rapina ivi commessa  il 30 gennaio 2009 ed è stato pertanto associato presso la casa circondariale di Larino.
A Vinchiaturo i militari della locale Stazione Carabinieri, dando esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso, traevano in arresto S.A., 46enne del luogo,  commerciante, dovendo  espiare la pena detentiva di anni 1 e mesi 3 di reclusione in quanto riconosciuto definitivamente colpevole del reato di falsa od omessa attestazione in dichiarazione resa ai fini della concessione del gratuito patrocinio perpetrato in data 15.01.2008 in Campobasso.
I Carabinieri della Stazione di Palata , a conclusione delle indagini relative alla denuncia di furto di un telefono cellulare presentata da una 34enne rumena, hanno denunciato per il reato di furto aggravato G.A., 44enne del luogo, presso la cui abitazione i militari rinvenivano, a seguito di perquisizione domiciliare, il cellulare oggetto del furto.
Infine sono state presentate presso la Questura del capoluogo le seguenti proposte di emissione del foglio di via obbligatorio nei confronti di soggetti già censiti non in grado di fornire giustificazioni valide circa la loro presenza: dai Carabinieri della  Stazione di Lucito,  nei confronti di D.F., 20enne e D.R., 38enne, entrambi rumeni, controllati in Lupara; dai Carabinieri della  Stazione di Petrella Tifernina,  nei confronti di G.B., 51enne residente in Roma; dai Carabinieri della  Stazione di Montefalcone nel Sannio,  nei confronti di T.D., 27enne residente in San Salvo (CH), sorpreso mentre vendeva prodotti vari senza alcuna licenza commerciale.   

Leggi tutto l'articolo