Attrazione fatale per il M5s? Per il Pd è un autogol

In questa settimana successiva alla Direzione del Pd – nella quale il segretario in maniera invero contorta ha riaffermato che in questa legislatura ci sarà un’alleanza con i 5S – tre autorevoli voci si sono susseguite per ribadire che il problema dell’alleanza con il “populismo buono” dei grillini resta aperto e rimane un nodo politico centrale della strategia del partito: se non si risolve infatti il Pd rimane isolato e costretto ad una opposizione permanente perché la “vocazione maggioritaria” , come ha ricordato Folli resta un illusione che va superata.
Tre approfondimenti
I tre autorevoli esponenti del Pd sono stati Cuperlo, Fassino e Sala che in diverse circostanze hanno precisato il senso della proposta di Franceschini con tre argomenti consonanti:
 
Bisogna rompere l’alleanza di ferro tra il M5S e la Lega, che tiene imprigionato il paese, inserendosi nelle fratture che separano i due contraenti il “contratto di governo”, allo scopo di fare saltare la maggioranza e possi...

Leggi tutto l'articolo