Auditorium Scuola intitolato ad Aylan

(ANSA) - PORTO SAN GIORGIO (FERMO), 20 MAG - "Ricordare Aylan Kurdi vuol dire anche non dimenticare le migliaia di profughi, tra cui moltissimi bambini, che lasciano paesi martoriati da guerra e violenza alla ricerca di un futuro migliore, ma non sempre riescono a raggiungere una meta.
Le stragi dei mari sono una delle pagine più buie della nostra storia recente".
E' un messaggio che il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo ha rivolto ai ragazzi della Scuola media di Borgo Rosselli a Porto San Giorgio, nel corso della cerimonia per l'intitolazione dell'auditorium scolastico al bambino trovato morto sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, nel settembre del 2015.
Aylan aveva soltanto tre anni e fuggiva con i suoi genitori da Kobane, in Siria, tentando di raggiungere l'Europa.

Leggi tutto l'articolo