Aumenta la disoccupazione negli Usa.I giornali filoamericani stanno zitti

Ennesimo articolo interessante del giornale diretto da Norma Rangeri.
Sempre su Il Manifesto di oggi c'è anche un articolo sulla situazione degli operai in Germania.Nonostante ,come fa notare il leader della Fiom,Maurizio Landini, gli stipendi degli operai tedeschi siano superiori a quelli italiani, in quasi 9 milioni fanno fatica ad arrivare alla fine del mese.
Questi dati sulla disoccupazione americana fanno capire per l'ennesima volta quanto valgono giornali come l'Unità,La Repubblica o Il Fatto Quotidiano che invece di parlarne, difendono il paese piu antidemocratico del mondo anche perchè c'è la Freedom House che considera l'Italia un paese con poca libertà di stampa...Li avete mai sentiti criticare il vergognoso Barack Obama? Perchè continua ad aumentare la disoccupazione? Nonostante c'è stata una crescita del 5%? .Questo vuol dire che i soldi vanno ai ricchi ,altro che paradiso di democrazia,caro il mio Travaglio! da IL MANIFESTO 04/12/10 NOVEMBRE NERO PER I DISOCCUPATI USA-articolo di Maurizio Galvani Brutto risveglio per gli Usa:il tasso di disoccupazione a novembre è salito al 9,8% dal 9,6% di ottobre,la peggiore percentuale dallo scorso mese di aprile.Questo dato era inaspettato alla vigilia (tutti gli analisti avevano preventivato una crescita di 150.000 di lavoro)e Lius Bureau of Labor Statistics-il dipartimento americano per il lavoro-lo ha spiegato e giustificato con lo scarso aumento del numero degli occupati (39.000) come differenza tra un settore privato che ha creato 50.000 posti di lavoro e il settore pubblico dove invece molti contratti a tempo determinato non sono stati rinnovati.Attualmente per il dipartimento al lavoro sono 15 milioni di cui il 41,9% è senza occupazione da oltre sei mesi.Questa situazione è ben piu grave se si considerano coloro che hanno già smesso di cercare un posto di lavoro e tutti gli altri hanno accettato di svolgere una mansione part time anche se avrebbero desiderato un lavoro a tempo pieno.
Anche negli Usa c'è,come in Italia,una dicotomia tra i dati ufficiali e la reale situazione.La disoccupazione reale è ben oltre il 9,8% e schizza al 17%.Tra i disoccupati ufficiali i piu colpiti sono ispanici (13,2%) neri (16%) e teenager:il 24,6% dei giovani sono senza lavoro.
 

Leggi tutto l'articolo