Autostima o Autoillusione? Come non farsi ingannare

Stavo navigando in rete alla ricerca di risorse interessanti e spunti per approfondire concetti come l’autostima e la sicurezza in se stessi, quando noto un’immagine associata proprio all’autostima: un gatto dal pelo rosso che stava guardandosi nello specchio stile Biancaneve.
Invece di sentirsi rispondere alle sue domande, come avveniva per la strega della favola, il gatto vedeva riflesso un leone.
Questo mi ha fatto venire in mente come spesso, il concetto di autostima sia ampiamente frainteso.
Pensando all’autostima, infatti, capita che molti siano convinti che essa sia la convinzione di essere superiori, capaci di ottenere tutto dalla vita, direi quasi invincibili.
Viene da pensare che tutti i supereroi dei fumetti siano dotati anche di una notevole autostima, oppure che le persone di successo, propri per i risultati ottenuti, siano necessariamente convinte del loro valore.
Se credi anche tu che avere autostima significa guardarti allo specchio e vedere al posto del tuo fisico l’addominale scolpito di un atleta professionista, beh, vuol dire che confondi l’autostima con l’auto...
illusione.
Non è colpa tua, è che il 99% degli esperti (o presunti tali) sull’argomento, dice questo.
Si sbaglia e fa sbagliare.
  Una sana autostima non la spiega quasi nessuno Avere una sana autostima, infatti, non vuol dire avere una visione distorta della realtà, non significa vedersi più forti o in gamba, più belli o capaci di quanto non siamo realmente.
Di solito tendiamo a sottovalutare il nostro talento e le nostre potenzialità, finendo per porci dei limiti assurdi perché non abbiamo imparato a valutare il nostro reale valore.
Agire in senso opposto, ossia sopravvalutarci, non è però meglio, anzi può anche essere peggio: se ci convinciamo di essere infallibili saremo più vulnerabili agli insuccessi.
Coloro che hanno una sana autostima sanno che possono fallire, gli capita come a tutti gli altri, la differenza fondamentale è che questo non incrina per nulla la loro consapevolezza di quanto valgono.
Avere autostima non significa guardarsi nello specchio e vedersi leoni quando si è gatti, ma riconoscere che siamo dei gatti, che abbiamo delle incredibili qualità senza dover ruggire o dominare nella savana.
Avere una sana autostima significa saper valutare il nostro valore, comprendere quanto valiamo indipendentemente dai risultati che riusciamo ad ottenere, non dipendere dal successo o dal fallimento, dall’approvazione o dalle critiche degli altri per definire il nostro valore.
Per avere autostima dobbiamo [...]

Leggi tutto l'articolo