Autunno, versi di Maria C.

Autunno Fa da cornice un cielo grigio teso verso l'infinito, braccia adorne per poco ancora, di foglie solitarie, l'acqua cristallina  a forma di gocce  scende dalle nuvole,  per disperdersi con tonfi sordi tra le foglie morte, avvolge il cuore questo soave silenzio,  rotto dai battiti del cuore e dal mio lento respirare, mi fermo e volgo il mio sguardo verso quei rami ancora colmi di foglie dipinte dai colori dell'arcobaleno, farfalle dorate  che svolazzano nel cielo appena tinto di grigio e di un lento respirar del vento, la brezza si ferma, ponendo fine al lento dondolare, stese or sono  sul suolo, i corpi senza vita delle foglie ingiallite.
Maria C 09/10/13 

Leggi tutto l'articolo