Avanguardia nel segno della tradizione: il nuovo stadio Bernabeu

Madrid, 3 apr.
(askanews) - Scordatevi lo psicodramma dello stadio della Roma a Tor di Valle.
O il progetto di esodo da San Siro di Inter e Milan.
In Spagna a Madrid si pensa in grande e l'innovazione avviene spesso nel segno della tradizione.
Sorgerà presto nella capitale spagnola un nuovo monumento del calcio per il Real Madrid.
Sarà lo stesso stadio Santiago Bernabeu ma completamente ristrutturato e talmente trasformato da sembrare un nuovo impianto, con un tetto retrattile e altre due torri, tra le novità Nella capitale spagnola il presidente delle merngues Florentino Perez, insieme al sindaco Manuela Carmena, ha presentato il progetto avveniristico del nuovo Bernabeu: "Il nuovo stadio sarà un'icona avanguardista universale - ha detto il presidente del Real- Sarà il miglior impianto del mondo".
E mentre a Roma i tifosi romanisti vedono rinviare di anno in anno la posa della prima pietra, i supporter dei blancos potranno sedere nel nuovo stadio già nel 2022, senza nel frattempo traslocare per nemmeno una partita casalinga.
I lavori saranno infatti concentrati durante le prossime estati.
Il nuovo Bernabeu non sarà solo uno stadio, ma avrà attorno una estesa area d'intrattenimento a beneficio della città.
Un po' quello che pensava il presidente della Roma James Pallotta prima che il progetto con le torri delle archistar venisse bocciato in Campidoglio.
La ristrutturazione del Bernabeu costerà oltre mezzo miliardo.
Ma i soldi alla Casa Blanca non sono mai stati un problema.
Il più ricco e potente club calcistico del mondo ogni anno infatti fattura quasi un miliardo di euro.
Posa della prima pietra? Questa estate, appena finito il campionato spagnolo.

Leggi tutto l'articolo