Avanti con le balle.I 23 MILIARDI DEL IVA .SALVINI DICE. "Se vinciamo, non paghiamo" AVANTI BOCCALONI ABBEVERATEVI.

Ormai siamo alle vendite taroccate, alle pozioni magiche delle fiere di paese. Salvini dice: se in Europa vinciamo noi, nessuno verrà a chiederci i 23 miliardi dell’Iva.
1- Il “se vinciamo noi” è fuori dal mondo, non esiste che i populisti possano conquistare la maggioranza in Europa.
2- I 23 miliardi (eventuali) di aumento dell’Iva non sono richiesti dall’Europa, ma dalla necessità di tenere sotto controllo i nostri conti: sono inseriti come “clausola di garanzia”. Salvini può anche lasciar perdere e aumentare ancora di più il nostro disavanzo, cosa che probabilmente è nei suoi pensieri.
3- Ma è più probabile un’altra strada: fatte le elezioni europee, questi qui sbaraccano, chiudono bottega e passano il malpaese a qualche bravo tecnico (scelto da Mattarella), salvo poi ripresentarsi (come hanno fatto con Monti) per dire che l’austerità ha ammazzato l’Italia.
Già oggi si vantano di aver dato molto agli italiani bisognosi: trascurano, però, di dire che hanno distribuito debiti, non...

Leggi tutto l'articolo