Ave Cesare, recensione di Biagio Giordano

 Ave Cesare, di Joel e Ethan Coen, Scarlett Johansson, R. Flennes, George Clooney, anno 2016, genere commedia, durata 106 minuti, paese Usa.
  Los Angeles 1951. Eddie Mannix (un eccezionale Josh Brolin) è un uomo burbero, cattolico praticante, integralista, ossessionato dall'obbligo che ha il cristiano più esemplare di confessare tutti i peccati, anche quelli  minuti. Eddie è responsabile in toto del rapporto con la stampa e gli attori, per conto della casa cinematografica Capitol Pictures.
Nei suoi compiti è anche previsto il controllo, fuori dagli studi, del decoro, nella vita quotidiana, di tutto lo staff del Capitol Pictures. Eddie per conservare la buona immagine della casa cinematografica per cui lavora, che vanta la produzione di film di grande successo legati al sogno americano, interviene, dapprima con l'autorità conferitagli dal carisma che emana  e poi, se è il caso, con  estrema violenza, nella vita privata più intima degli attori, in particolare quando alcuni aspetti del l...

Leggi tutto l'articolo