Avere o essere genitori

La genitorialità come Diritto, osservava Giovanni Reale, è una «forme di egoismo spaventoso, in cui prevale l’amore acquisitivo, con la pretesa di avere tutto ciò che si vuole, sull’amore donativo, che invece mette in primo piano l’interesse del generato e non quello dell’aspirante genitore».
Ma l’ordinamento giuridico, di questo diritto, non parla mai e le sentenze non ne hanno spiegato mai il contenuto.
Inoltre nelle giustificazioni sulla omogenitorialità si fa spesso riferimento a John Bowlby e alla sua "Teoria dell'attaccamento" trascurando che quelli legati alla realizzazione dei legami affettivi all’interno della famiglia presuppongono primariamente il legame madre-bambino, con buona pace di uteri in affitto.
Fino ai cinque, sei anni a quel bambino importerà comunque poco di come è nato.
Le domande se le farà da adolescente.

Leggi tutto l'articolo