Avite 'a murì

Parliamo di politica, che dite? Si lo so che è palloso e, di questi tempi, sotto l'ombrellone.
tira di più il pettegolezzo da spiaggia specchiato sul palcoscenico di facebook o, in assenza di interlocutori facondi, la buona e santa 'settimana enigmistica' - che da la carica al cervello e non lo fa spegnere mai.
Però mi corre l'obbligo di avvisarvi che la politica potrebbe 'venire da voi' – come fa la montagna con Maometto (e chissà se questa massima nostrana offende gli iracondi islamici e permalosi: quelli con il kalashnikov sempre pronto, infilato nel porta-ombrelli di casa).
  Potrebbe accadervi, dicevo, di recarvi dal medico di vostra fiducia per qualche disturbo recidivo e refrattario al farmaco prescritto e chiedere di approfondire la diagnosi con qualche esame radiologico mirato e sentirvi rispondere dai medici di famiglia, intimiditi da un decreto che li responsabilizza, che 'non possumus': ve li dovete pagare di tasca vostra perché così vuole Renzi e i suoi pretoriani della falange di s-governo che hanno bisogno di 'fare cassa' e procedono con le ruspe dei 'tagli lineari' un tanto al chilo.
Oggi la sanità e domani le pensioni – garantisce Tito Boeri, lo scherano di Renzi che presidia l'Inps e ha già mandato a dire che sarebbe una buona cosa e giusta allineare al 'contributivo' tutte le pensioni pregresse e in giudicato da decenni – con tagli anche di cinquecento euro al mese sulle pensioni medie e medio-basse.
Mala tempora currunt.
  Sarà l'autunno del nostro scontento e dei 'cornuti e mazziati' perchè il Renzi, con quei suoi tagli brutali, pare intenda foraggiare il suo faraonico progetto autoreferenziale di 'abbassare le tasse' - anche a chi mai le ha pagate per intero ed ha evaso a man bassa lungo gli infami decenni della nostra repubblica.
  E che si tratti di infame baratto tra i diversi 'capitoli di spesa' del bilancio dello Stato lo dimostra quest'altra puttanata renziana che rischia di impoverire vieppiù le nostre vite e i bilanci delle famiglie italiane.
E Renzi-superbone manda a dire, senza troppi fronzoli, agli italioti passivi e bovi che 'non vanno alla montagna' della politica: 'Avite 'a murì.', - se non avete abbastanza soldi da stanziare per questa 'sanità privata' che ci viene imposta per decreto e sarà votata, sono facile profeta, ponendo la fiducia e ottenendola con i voti schifosi di 'quelli di Verdini': neoassunti alla vergognosa bisogna da un premier che si spaccia impunemente per 'uno di sinistra'.
    E, quanto ai capitoli di spesa, invece dei tagli lineari alla [...]

Leggi tutto l'articolo