Avrebbe coperto il marito in un omicidio colposo. Ma lei c’entra veramente (?)

È stata citata in giudizio per aver aiutato suo marito Jeffrey Soffer ad insabbiare un caso di omicidio colposo che lo vede coinvolto.
Secondo Dasha Valdez, moglie della vittima, lei ha cercato di nascondere le responsabilità di Soffer nella morte di Lance Valdez, noto fiscalista e suo migliore amico, deceduto nel tentativo di atterraggio dell'elicottero in cui era alla guida Soffer, privo però della licenza necessaria per pilotarlo.
Secondo le accuse della vedova riportate dal New York Post e dal Sydney Morning Herald, Soffer l'avrebbe costretta a firmare un accordo in cui rinunciava ad una richiesta di risarcimento danni in cambio di due milioni di dollari: non contento, il marito di Elle Macpherson avrebbe offerto al pilota ufficiale del velivolo, presente sull'elicottero ma non ai comandi durante il tentativo di atterraggio, diecimila euro mensili in cambio di una falsa dichiarazione nella quale il pilota affermava di essere lui il responsabile.
Una vicenda spinosa, che vede ora coinvolta suo malgrado anche la top model, trascinata in tribunale dalla vedova Valdez.
Infatti la donna sostiene che Elle Macpherson avrebbe coinvolto amici in comune per contattare la moglie di Valdez e fare pressioni affinché accettasse l'accordo.
Nei documenti presentati davanti al giudice si legge che ‘sebbene il pilota David Pearce fosse presente sul velivolo, l'elicottero era guidato da Jeffrey Soffer.
Quest'ultimo non possedeva la licenza di volo e non aveva abbastanza esperienza per pilotare l'apparecchio‘: per questo motivo Dasha Valdez ha chiesto 100 milioni di dollari di risarcimento al miliardario, alla modella e ad altri due persone presenti nel velivolo al momento dell'incidente.
Jeffrey Soffer nega le accuse della vedova e afferma che proverà la sua innocenza in tribunale, dicendosi addolorato della perdita di quello che considera il suo migliore amico AP/LaPresse

Leggi tutto l'articolo