Avventure sospese

Da quell'incontro,passarono i mesi e l'imbarco si incanalo' nei suoi canoni piu' usuali,un lavoro ben speso,un gruzzoletto guadagnato e riposto nel mio conto alla PCI Bank nelle Filippine.Mi ero abituato ai menu del cuoco Babachinca,alla compagnia di Mr Tatoy e Mr Dodong,al servizievole cameriere Dain,agli altri membri dell'equipaggio che si erano dimostrati buoni marinai e uomini fidati;mi ripromettevo di fare delle buone note caratteristiche all'agenzia di collocamento e di prolungare l'imbarco di qualche mese.Nei pomeriggi dopo aver preso l'azimut del sole al tramonto,mi riunivo con i miei ufficiali sull'aletta del ponte,Dain ci preparava il te verde di Giava e come vecchie comari si parlava del tempo,del lavoro,della famiglia e la nostalgia del distacco si intrometteva furtivamente per strapparci un sospiro,mentre la brezza calda del monsone portava canti di sirene che i marinai incontrano nelle locande dei porti e ti rapiscono i sensi per una notte........continua.........
.........

Leggi tutto l'articolo