Azimut in utile nel 2017. Proposto dividendo di 2 euro

(Teleborsa) - Secondo miglior utile netto nella storia del Gruppo Azimut nel 2017.
La società che opera nel settore del risparmio gestito ha archiviato il periodo con un risultato netto positivo di 220 milioni  di euro (+27% sul 2016) e con ricavi consolidati pari a 811 milioni di euro (+15% sul 2016.
La Posizione Finanziaria Netta consolidata a fine dicembre risultava positiva per 134,9 milioni, in miglioramento rispetto ai 34,8 milioni del 30 giugno 2017 (in diminuzione rispetto ai 192,2 milioni del 31 dicembre 2016) .
Il CdA ha deliberato di proporre all'Assemblea dei soci, la cui convocazione è prevista per il 24 aprile 2018, la distribuzione di un dividendo di 2 euro per azione, pagato per il 50% in contanti e per il rimanente 50% in azioni proprie detenute in portafoglio dalla società.
Pertanto, ogni azionista riceverà (al lordo delle ritenute di legge) 1 euro in contanti (con pagamento a partire dal 23 maggio 2018 , data stacco cedola 21 maggio 201 8 e record date 22 maggio 2018), oltre all'assegnazione gratuita di azioni Azimut Holding in ragione di n.
1 azione ordinaria ogni 18 azioni ordinarie possedute (per un totale di n.
7.246.290 azioni).
Le predette azioni gratuite (tutte detenute come azioni proprie in portafoglio della società) saranno assegnate previo stacco cedola in data 21 maggio 2018.
I diritti frazionari risultanti dall'assegnazione delle azioni verranno monetizzati sulla base del prezzo ufficiale risultante dalle transazioni effettuate nell'ultimo giorno di mercato aperto precedente la data di stacco della cedola senza aggravio di spese, commissioni o altri oneri a carico degli azionisti.  Poco mosso il titolo a Piazza Affari: +0,53%.

Leggi tutto l'articolo