B-CUORE NAPOLI BASKET VERSO LA TRASFERTA DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO: LE PAROLE DI COACH PONTICIELLO

  Dal quotidiano ROMA La squadra del Cuore Napoli Basket forte del primato in classifica dopo 4 giornate nel girone C del campionato di serie B maschile, ha ripreso ieri gli allenamenti, in vista della prossima trasferta di campionato, prevista per domenica prossima alle 18 sul parquet del PalAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto (Me), ospite della locale formazione giallorossa messinese.
Il team siciliano dei vari Grilli, Brunetti, Sereni e Rodriguez, ha espugnato con autorita' il parquet della Virtus Cassino, sabato scorso.Probabilmente domani, potrebbe essere a disposizione dell'allenatore azzurro anche l'ultimo innesto del club partenopeo, il giovane lungo di scuola Fortitudo Bologna, Danilo Errera, del 1997 e di 201 cm, che andra' a completare il settore dei lunghi del Cuore Napoli Basket, insieme a Visnjjic, Mastroianni e Nikolic: Errera soffre di un leggero stiramento, che e' pero', in via di guarigione.Coach Ponticiello, parla del momento del suo team e della prossima trasferta siciliana:"Il match con Forlì ha mostrato un qualcosa che finora non avevamo avuto possibilità di testare: la capacità di cambiare positivamente il senso di una partita.
Nei primi due quarti non avevamo difeso con la dovuta attenzione ed intensità, avevamo anche non mosso a sufficienza la palla in attacco.
Il perentorio 29 a 9 del terzo quarto ha invece dimostrato che, se usiamo nel modo giusto le nostre armi, possiamo infliggere dei parziali importanti anche ad una squadra come Forlì, che aveva fatto vedere per 20' di interpretare molto bene il match.
È una cosa che dovremo molto bene in mente nel prosieguo del torneo.
A partire dal match di domenica a Barcellona, quando saremo opposta ad una compagine che ha finora fatto molto bene in trasferta, vincendo anche sabato a Cassino, ma che in casa non ha ancora vinto.
Se vogliamo portare via i punti dalla trasferta siciliana, dobbiamo 40' a grande intensità, mettendo innanzitutto pressione mentale ad una squadra costretta "ad espugnare" il loro parquet."

Leggi tutto l'articolo