B, GIRONE C- AZZURRO NAPOLI, ORE DECISIVE PER IL FUTURO. INTANTO C'E' DA PREPARARE LA TRASFERTA DI CATANZARO

Settimana decisiva in casa Azzurro Napoli Basket e giorni che passano per ora, senza concrete novita', attese forse per oggi: dal punto di vista societario.
dopo l'addio a Pierfrancesco Betti, sollevato dall'incarico dal club giovedi' scorso, si attende ancora l'ufficializzazione di un nuovo organigramma, che per ora ha solo un nuovo a.d., nella persona del dott.
Sambiase, espressione della nuova proprieta' che ha rilevato tutte le quote dai vecchi soci: dovrebbe esserci la nomina di un nuovo general manager, che ereditera' una situazione comunque non semplice e anche di un nuovo presidente, ma soprattutto un nuvo piano economico per la sopravvivenza del club, pare ancora fortemente indebitato.
Intanto, scaduto senza novita' sostanziali.
il termine ultimo per il pagamento dei due lodi in essere con precedenti tesserati e risalenti a due stagioni or sono, arrivera' da parte della Fip nel prossimo Consiglio Federale, una penalizzazione di due o tre punti allo stesso club, da scontare, sembra non con certezza, nel prossimo campionato.
Per l'aspetto agonistico, la squadra di coach Di Lorenzo, ha ripreso ieri gli allenamenti al PalaCaravita di Cercola in vista del prossimo match di campionato di domenica prossima sul non facile parquet di Catanzaro contro il locale team dei vari Sereni, Abassi e Carpanzano, che segnera' anche la ripresa del campionato dopo la pausa per le Final Four di Coppa a Rimini, vinte da Forli': venerdi' scorso, si era registrata una dura presa di posizione di tutti i giocatori e dello staff tecnico che hanno diffuso ai media un allarmante comunicato, nel quale si pone dopo tante promesse non mantenute un deciso ultimatum alla societa' partenopea che avra' come termine perentorio, venerdi', per il pagamento della mensilita' di gennaio, pena la sospensione tassativa degli allenamenti e la non partecipazione alla trasferta calabrese.Anche coach Di Lorenzo, in una breve intervista pubblicata da noi lunedi' aveva espresso il disagio del momento vissuto dalla sua squadra e auspicato la soluzione concreta e positiva della crisi societaria per il futuro del basket partenopeo.

Leggi tutto l'articolo