BANCA ETRURIA, IL POMO DELLA DISCORDIA TRA RENZI E LA BOSCHI?

 Personalmente ho la convinzione che alla fine Maria Elena Boschi si dimetterà.
Non per propria vo­lontà ma per via delle probabili pressioni che le verranno con sempre maggiore insistenza da una parte dei democratici, essendo or­mai evidente che, dopo l'audizione di ieri in commissione inchiesta parlamentare del nu­mero uno della Consob Vegas, sulla vicenda Banca Etruria la posizione dell'ex Ministro delle Rifor­me del governo Renzi è sempre più traballante.
E molto probabilmente lo diventerà ancora di più dopo quella, presumibilmente prima di Natale, dell'ex ad di Unicredit Ghizzoni cui la Boschi, stando a quanto riferito da Ferruccio De Bortoli nel suo libro Poteri (quasi) Forti, al­l'epoca si sarebbe rivolta per sollecitare l'acquisto di Etruria da parte di Unicredit al fine di evitarne il fallimento.
A riguardo la Boschi ha sempre smentito.Tuttavia chi ieri sera ha visto Otto e Mezzo, dove la Boschi ha preteso un faccia a faccia televisivo con Marco Travaglio, direttore de Il...

Leggi tutto l'articolo