BERSANI CERCHERÀ UN'INTESA CON IL M5S. D'ALEMA: "GRILLO DECIDA, O SI VA AL VOTO"

«Se Grillo si illude di spingerci verso un governissimo con Berlusconi noi non lo faremo mai, sarebbe l'errore più grave.
Se Grillo vuole si assuma le sue responsabilità o si va a nuove elezioni».
Così Massimo D'Alema, al Tg1, si rivolge al leader M5s.
«Spetta al Pd fare il governo.
Bersani è pronto a presentarsi.
Le altre forze devono assumersi le loro responsabilità», ha detto D'Alema, rinnovando l'appello ai partiti, affinchè ci sia «una comune assunzione di responsabilità».
BERSANI VUOLE INTESA CON GRILLO Mercoledì Pier Luigi Bersani chiederà alla Direzione del Pd di sostenere il tentativo di trovare una maggioranza al Senato.
Sulla base di quei punti (dai costi politica all'emergenza lavoro) che il segretario intende dettagliare e rendere «più radicali e decisi».
Questo filtra dal Nazareno e questo è il senso, a quanto viene riferito, di una lunga intervista a Bersani che uscirà domani su Repubblica.
Del resto, le poche parole di oggi del segretario confermano l'intenzione di Bersani di «tirare dritto».
A Beppe Grillo che lancia la sfida a Pd e Pdl di votare un governo a guida 5 Stelle, Bersani risponde: «Come noi rispettiamo gli elettori anche Grillo li rispetti.
I numeri li vede anche lui.
Non pensi di scappare dalle sue responsabilità con le battute».
E quindi rinnova l'invito a un confronto in aula: «Ci si vede in Parlamento e davanti agli italiani».
Il segretario, si spiega, è consapevole che si tratta appunto di «un tentativo» e gli è chiaro che non tutti nel Pd condividono l'impostazione.
Oggi era sembrato che Massimo D'Alema nell'intervista al Corriere proponesse appunto un'altra strada: larghe intese Pd-Pdl-Grillo.
E le reazioni, in primis dell'inner circle bersaniano e non solo, erano state piuttosto ruvide.
Nico Stumpo: «No al governissimo».
E poi anche Anna Finocchiaro: «La proposta di Bersani è l'unica possibile».
Nel pomeriggio Bersani e D'Alema si sono visti al Nazareno.
E, a quanto viene riferito, il presidente del Copasir avrebbe chiarito la sua posizione: mai un governissimo con Berlusconi, come sostiene Bersani.
Posizione ribadita stasera al Tg1.
Nel pomeriggio la posizione di D'Alema è stata chiarita anche da quanto filtrato dall'incontro di oggi con John Kerry.
Non faremo mai un governissimo con Berlusconi, sarebbe l'errore più grave: questo avrebbe detto D'Alema oggi al segretario di Stato americano.
D'Alema avrebbe chiamato in causa anche Angelino Alfano, presente all'incontro: penso che anche lui sia d'accordo, non possiamo fare un governissimo.
Sarebbe un [...]

Leggi tutto l'articolo