BIMBA SEGREGATA CAMPO NOMADI ROMA, LIBERATA DA VIGILI URBANI

ROMA - Una bimba di appena due anni, tenuta da mesi segregata all'interno del campo nomadi di via Salone a Roma, è stata 'liberata' con una operazione che si è appena conclusa e che ha visto impegnati circa 30 agenti della polizia municipale dell'VIII Gruppo.
Arrestati i familiari del padre che tenevano in consegna la bambina la quale è stata affidata ad una struttura comunale che provvederà a riconsegnarla alla madre che da mesi non poteva vedere la figlia e veniva picchiata dal marito.
La bimba, che veniva tenuta chiusa all'interno di un container all'interno del campo nomadi dai familiari del padre, era stata allontanata dalla giovane madre, di origine romena, la quale per riottenere la figlia due giorni fa aveva ingerito della candeggina finendo al pronto soccorso.
Dopo l'estremo gesto della giovane i familiari hanno denunciato la situazione ai vigili urbani comandati da Antonio Di Maggio che oggi hanno posto fine alla segregazione.

Leggi tutto l'articolo