BRUNO BELLAVEGLIA : E LE SUE POESIE

 Mi sento onorato di poter ospitare qui nel mio blog, le poesie di un amico che rispetto moltissimo per la sua capacità di mettere in parola i suoi sentimenti. Lui si è uno scrittore di poesie, io ci provo. Bruno Bella veglia lo potete trovare alla pagina face book https://www.facebook.com/bruno.bellaveglia?fref=ts Ricordo che non voglio che le sue poesie vengano copiate usando il mio blog, ma che venga chiesto il suo permesso. LA POESIA DI QUESTA SETTIMANA SI INTITOLA: YAHID IL VAGABONDO DEI CIELI TESTO -” La vecchiaia ha perduto la sua saggezza ed il bimbo la sua innocenza.
La donna si è sbarazzata delle sue virtù e l'uomo ha schiacciato sotto i piedi il suo onore.
Ed io? Io sono diventato come uno yahid, un vagabondo solitario. Sono diventato un estraneo a  me stesso, un misero fardello da trascinare.
Sempre più comprendo che la mia vita, ormai, è masticare amaramente i tuoi dolori, sorseggiando come vino pregiato le tue angustie mortali.
I tuoi furori dilagano su di me,  i tuoi sp...

Leggi tutto l'articolo