BUONE FESTE A CAMILLA E A CHI LOTTA

Un buon Natale e un felice anno nuovo a tutti coloro che lottano per la difesa del posto di lavoro, che non piegano la testa , che non si fanno sopraffare dal pessimismo e dal fatalismo ma che con il loro impegno, la loro tenacia, la loro determinazione testimoniano che la lotta sarà pure sacrificio, sarà pure impegno, sarà pure fatica ma è, e sempre sarà, soprattutto dignità.
Dignità di cui altri, che agiscono in nome del dio denaro e del profitto, non conosceranno mai il senso.
  Ma buon Natale e felice anno nuovo soprattutto a Camilla, piccola grande donna, che scrive al padre, Lavoratore Eutelia, queste parole: C'è sempre una cosa essenziale che devo ricordarmi e che colgo l'occasione di ricordare anche a voi: bisogna sempre lottare per vincere, senza pentirsi senza impaurirsi, ma lottando, lottando e ancora lottando.
Solo così l'ignoranza potrà essere sconfitta e le persone incapaci di guardare al di là dei propri interessi e della propria ricchezza potranno essere sconfitte e magari loro stesse potranno capire quello che hanno sbagliato e che non hanno mai fatto.
Concludo questa lettera dicendovi, cari lavoratori, che vi voglio bene e che vi ammiro, perché siete per me degli esempi fantastici di vita!   Una lettera paragonabile ad un pugno allo stomaco che solo all’inizio ti fa male e che lascia ben presto spazio ad un senso di commozione , di tenerezza e di speranza.
Grazie Camilla, il tuo papà non sarà mai solo (leggi tutta la lettera).
Non lo saremo nemmeno noi.

Leggi tutto l'articolo