Bacheca FCA

Non so quanti di voi hanno letto o saputo della protesta montante tra i dipendenti di FCA in questi giorni, in merito al cambiamento del colore della tuta.
Da blu si passa al bianco, in tutti gli stabilimenti del gruppo, ha incominciato Melfi per il momento.
Immagino già la faccia dell’operaio Cipputi, a parte il fatto che solo un demente può decidere che lo sporco sul bianco si nota meno che sul blu.
A parte questa mia considerazione, la protesta monta soprattutto da parte delle donne, le quali giustamente fanno notare che una volta al mese per molte di loro hanno il ciclo mestruale e che la tuta bianca crea non poco imbarazzo dalle suddette operaie.
Anche perché il lavoro in catena di montaggio non è di quelli che si sta seduti per ore e ore, anzi tutt’altro.
Fantastica la trova dei vertici alti  di Melfi ed affisso nei corridoi dello stabilimento: “ Da gennaio è in arrivo una CULOTTE ( avete letto bene ) da indossare sotto la tuta per le donne alle prese con indisposizione mestruale”.  Questo comunicato è stato commentato favorevolmente dalla Fismic .
Ho sempre detto che certe colleghe con la culotte non starebbero male, ma in un altro contesto non certo in fabbrica.
Il mondo è bello perché vario, quindi mi aspetto che alla prossima demenziale trovata della FCA passino a dare le giarrettiere e magari indire un concorso per Miss Burlesque …a proposito non vorrei fossero solo voci che le operaie che indosseranno la CULOTTE dovranno poi ballare al ritmo del Can Can tra una vettura e l’altra.
Ammetto che dopo avere letto questa notizia non sapevo se ridere o piangere.

Leggi tutto l'articolo