Bagheria, i boss rinunciarono agli appalti: "il sindaco è inavvicinabile" ...ma capita solo se il "Sindaco" è cinquestelle!!!

.
.



.
.
SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

Bagheria, i boss rinunciarono agli appalti: "il sindaco è inavvicinabile" ...ma capita solo se il "Sindaco" è cinquestelle !!!
Lo leggiamo nientepopodimeno che su La Repubblica:
Bagheria, "il sindaco è inavvicinabile". E i boss rinunciarono agli appalti
«Il sindaco grillino di Bagheria era inavvicinabile, per questa ragione la famiglia mafiosa aveva deciso di non occuparsi più di appalti al Comune ». L’ultimo pentito di Cosa nostra, Pasquale Di Salvo, l’ex poliziotto della scorta del giudice Falcone diventato imprenditore di mafia, depone in trasferta al processo “Panta Rei”, a Milano. Racconta di aver fatto parte della famiglia mafiosa di Bagheria, parla degli affari conclusi col Comune nel settore dei rifiuti. «Ma negli anni scorsi», precisa. «Con l’arrivo di Patrizio Cinque la situazione era cambiata, perché era davvero inavvicinabile. Io avevo da riscuotere un credito lecito nei confronti del Comune, neanche quello...

Leggi tutto l'articolo