Baidu, il Motore di Ricerca Cinese

Fondata il 18 gennaio 2000, Baidu, Inc.
è una società cinese di servizi web con sede nel Campus Baidu  nel distretto Haidian di Pechino nella Repubblica Popolare Cinese.
Baidu è il motore di ricerca più utilizzato in Cina al sesto posto nella classifica Top Sites di Alexa.
Baidu offre 57 servizi di ricerca , tra cui Baidu Baike, l'enciclopedia online costruita in maniera collaborativa stile Wikipedia, e un forum di discussione per la ricerca basata sulle parole chiave.
Baidu è stato istituito nel 2000 dai co-fondatori, Robin Li e Eric Xu.
Entrambi i co-fondatori sono cittadini cinesi che hanno studiato e lavorato all'estero prima di tornare in Cina.
Baidu.com Inc.
è registrata nelle Isole Cayman.
Nel dicembre 2007, Baidu è diventata la prima compagnia cinese ad essere inclusa nell'indice NASDAQ-100.
È stato il primo sito web in Cina ad offrire servizi WAP e PDA per i dispositivi mobili.
Baidu offre un indice di oltre 740 milioni di pagine web, 80 milioni di immagini, e 10 milioni di file multimediali.
Ha una sezione, la "Search MP3", specializzata nella ricerca di file MP3 ma può trovare anche file del formato WMA e SWF.
Baidu ha una licenza rilasciata dal governo cinese che gli permette di fornire notizie e non solo.
Grazie a questa licenza può mostrare anche file multinmediali coperti dal copyright cinese senza infrangere la legge.
La ricerca MP3 di Baidu è stata criticata nel Rapporto speciale 301 dell'Office of the United States Trade Representative, indicando che “Baidu è il più grande di circa sette o più motori di ricerca per MP3 cinesi che offrono collegamenti per il downolad di file musicali o per lo streaming”.
In linea con le normative governative della censura Internet in Cina, la versione in lingua cinese di Baidu censura in modo proattivo il materiale controverso dai suoi risultati.
I documenti trapelati nell'aprile 2009 da un impiegato del reparto di controllo interno di Baidu è emersa una lunga lista che mostra siti bloccati e censurati dal motore di ricerca cinese.
Questo non rientra nel Baidu giapponese che ha strappato oltre il 60% del suo traffico dalla Cina prima di essere bloccato nella madreterra.
Questa post è un adattamento dell'articolo di Wikipedia del 02 Febbraio del 2011.

Leggi tutto l'articolo