Bambini e farmaci: mucolitici e antibiotici vanno somministrati o è meglio evitare? Con quale dosaggio?

Mia sorella ricorre spesso a mucolitici (i farmaci utilizzati per sciogliere catarro e congestione nasale) e antibiotici per suo figlio.
Io le dico sempre di non esagerare, ma lei mi risponde puntualmente che, per quanto riguarda gli antibiotici, è il suo pediatra a consigliarle questa procedura per agevolare la guarigione del bambino in tempi rapidi, dato che lei lavora e vive distante dai nostri genitori, mentre per i mucolitici è lei a trovarsi bene.
Il bimbo tende a sviluppare molto catarro.
Capisco l'esigenza, ma mi chiedo quali effetti collaterali possa avere questo "abuso" di farmaci, a mio avviso, sullo sviluppo di un bambino molto piccolo.
Sono convinta che gli anticorpi abbiano bisogno di svilupparsi naturalmente per evitare di avere ricadute da adulti.
Ho ragione? Mi aiutate con informazioni di supporto a persuadere mia sorella, nonostante i consigli del medico?
"L'utilizzo di mucolitici nei bambini al di sotto dei 2 anni può portare anche a gravi casi di ostruzione respiratoria e peggioramento rilevante delle malattie respiratorie, aumento della tosse e delle secrezioni bronchiali, peggioramento della bronchiolite, vomito viscoso e difficoltà di respirazione.
E' bene quindi fare molta attenzione nella somministrazione di tali farmaci soprattutto nel caso dei più piccoli.
Secondo Altroconsumo http://www.altroconsumo.it/farmaci-e-generici/niente-mucolitici-sotto-i-due-anni-di-eta-s296753.htm infatti i bambini piccoli non devono assumere per nessun motivo sciroppi o supposte a base di acetilcisteina, carbocisteina, ambroxolo, bromexina, sobrerolo, neltenexina, erdosteina, telmesteina.
Meglio evitare quindi i seguenti farmaci, inadatti ai minori di 2 anni: Fluimucil, Lisomucil, Mucocis, Mucotreis, Sinecod, Solucis, Fluifort, Ambromucil, Broncomnes, Surfolase, Ambrotus, Ambroxol, Ambroxolo, Broxol, Fluibron, Muciclar, Mucosolvan, Secretil, Bisolvon, Sobrefluid, Sobrepin, Sopulmin, Alveoten.
La soluzione alternativa? I cari vecchi rimedi caserecci: Fare bere ai piccoli molti liquidi (sia che si tratti di acqua, sia che si tratti succhi di frutta Umidificare molto bene le stanze in cui giocano e dormono Lavare frequentemente il nasino con della soluzione fisiologica Farli stare lontano dal fumo di sigaretta Non somministrare mai nessun farmaco senza prima aver chiesto il parere del pediatra"

Leggi tutto l'articolo