Banche Valutano Weibo per l'IPO

Sina Corporation, uno dei più grandi portali web cinesi, sta facendo valutare dalle banche Weibo per un'offerta pubblica iniziale (IPO).
Il Twitter della Cina, che al momento è incluso nel grande portale cinese, ha oggi oltre 600 dipendenti sui 3.400 che totalizza Sina Corp..
Le banche di investimento dicono che le valutazioni terranno conto della crescita degli utenti di Weibo che, attualmente, sono oltre 100 milioni.
Presto il fondatore e CEO Charles Chao di Weibo e i broker scopriranno se ne vale la pena.
Un'anonima fonte Sina ha detto al quotidiano cinese 21st Business Herald che, secondo alcuni istituti di servizi finanziari, Weibo, nonostante non monetizzi in questo momento, ha una valutazione più grande del business del portale Sina, che è stimato ha 2,5 miliardi di dollari.
Il fornitore di servizi finanziari Mirae Asset Securities ha alzato il valore di Weibo da 2 a 3 miliardi di dollari, mentre la banca di investimenti svizzera Credit Suisse, valuta il servizio di microblogging cinese 3,1 miliardi di dollari.
Gady Epstein dal Blog Forbes dice che un IPO avrebbe anche risvolti molto pratici, e cioè darebbe a Weibo la possibilità di investire nel servizio per rafforzare la propria base clienti e accorciare il ritardo dai suoi concorrenti Tencent, già quotata in borsa, e Sohu.
Il CEO di Sina Weibo, Charles Chao, ha negato le voci di una IPO in un'intervista del mese scorso ma vorrà sicuramente conoscere la valutazione del suo Weibo sapendo già che Sina Corp.
è stata valutata 5,6 miliardi di dollari insieme a Weibo.
Tutto questo spiega il cambio, annunciato da Sina nel 2010, del dominio di Weibo con uno indipendente e il registro, riferito sempre da Sina, di due società a Pechino all'inizio di quest'anno.
Fonti: TheNextWeb, PEdaily.cn, 21cbh.com

Leggi tutto l'articolo