Bando - Lettorato in Yemen

Siamo alla fine di settembre del 2007. L'estate è ormai finita sebbene nell'aria se ne avverta ancora il profumo. La mente associa quella fragranza a malinconici ricordi dei giorni appena trascorsi. Dopo le ferie in Sicilia, si torna a Roma. Si torna alla vita da universitario, allo studio, al calendario degli esami, ai mezzi pubblici e ai ritmi caotici della capitale. In testa ho pure altri pensieri. Ho bisogno di soldi per mantenermi le spese dell'affitto e, tra l'altro, presto dovrò lasciare la casa dove abito. A dicembre del 2006 ho conseguito la laurea triennale e, adesso, mi sembra di dover ripartire da zero. Non ho l'energia giusta, mi sento svuotato, l'entusiasmo è ai minimi storici.
Camminando tra i corridoi del secondo piano della facoltà di Lettere de “La Sapienza”, con l'aria condizionata che non va, in prossimità della biblioteca incontro un mio amico e collega di Studi Orientali.
Ciao Sergio! Come va?
Bene, bene... dai, diciamo bene...
come è andata giù a cas...

Leggi tutto l'articolo