La Barbara D'Urso deve cambiare marcia. Ma ce la farà

Battuta d'arresto per il nuovo programma di Barbara D'Urso, Live-Non è la D'Urso.
I dati sono in calo.
Se la prima puntata aveva ottenuto il 17% di share con punte del 19%, la seconda arriva al 14%.
E solo con gli 8 minuti di Buonanotte Live volano.
Insomma, uno scivolone per Barbarella che comunque soddisfa le attese di Mediaset.
Aveva infatti dichiarato nella conferenza stampa di presentazione che il suo obiettivo era il 12%.
E da comunicato ufficiale dell'azienda si legge che comunque Live-Non è la D'Urso si aggiudica il titolo di leader di fascia: Il secondo appuntamento con “LIVE NON È LA D’URSO” si conferma leader di fascia.
La trasmissione condotta da Barbara d’Urso, in onda dalle ore 21.39 alle 25.06, vince con 2.330.000 telespettatori e il 14% di share.
In particolare, nel corso delle tre ore di diretta, “LIVE NON È LA D’URSO” ha toccato picchi di 3.500.000 spettatori e del 22.18% di share.
Insomma, risultati positivi ma non proprio esaltanti.
Certo, sarà svanito l'effetto sorpresa, certo Brigitte Nielsen non ha lo stesso effetto di Corona e Al Bano.
Senza contare le critiche che le sono piovute per lo show che Wanna Marchi e figlia hanno fatto in trasmissione.
E a niente è valso il mini dress d'oro luccicante che Barbarella ha sfoggiato.
I fattori che hanno causato questa caduta sono tanti, ma sicuramente il difetto più grande è la mancanza di originalità.
Il serale si sta trasformando in una sorta di Domenica Live e allora perché vederlo? Sicuramente però la D'Urso non starà con le mani in mano, proprio come ha fatto per riguadagnare terreno contro Mara Venier e la sua Domenica In, e per la terza puntata ci sorprenderà.
Barbarella dunque non si preoccupa.
Su Instagram ringrazia i fan con il solito balletto e incassa con classe i commenti cattivelli (e anche qualche insulto).

Leggi tutto l'articolo