Barclays, resta in sella Jes Staley ma pagherà multa per inchiesta giudiziaria

(Teleborsa) - Niente rimozione dell'incarico per Jes Staley, CEO di Barclays, il colosso bancario britannico.
Il dirigente era stato coinvolto in un'indagine dell'autorità finanziaria britannica.
La vicenda, risalente ad un anno fa, vedeva Staley impegnato nel tentativo di identificare la "talpa" interna alla banca, che con una lettera aveva denunciato pratiche scorrette.
I cosiddetti "informatori" però sono protetti dalla legislazione britannica e non è consentito avviare indagini ai fini di rivelarne l'identità.
Ma Stanley, ex dirigente di JP Morgan , se ne era letteralmente "infischiato", provenendo da una realtà diversa come quella statunitense, e si era poi dovuto in seguito scusare di questa condotta.
Al numero uno di Barclays è stata comminata unicamente una sanzione pecuniaria, evitandone una ben più grave a livello disciplinare e scongiurando ripercussioni sulla sua carica.
Il Board ha confermato di avere "unanime fiducia" in Staley, sottolineando che le autorità hanno accertato che il CEO "non ha agito con mancanza di integrità" e "della correttezza necessaria a svolgere il suo ruolo".

Leggi tutto l'articolo