Basilica di San Pelino (Corfinio)

Le Basilica di San Pelino, nota anche come Basilica Valvese per la presenza della storica diocesi di Valva.
La costruzione della basilica, secondo la tradizione fu voluta dal discepoli di San Pelino, Cipriote.
Infatti, la maestosa struttura, venne edificata sopra la tomba da san Pelino, martire durante l’impero di Giuliano l’Apostata.
La chiesa dopo aver vissuto un periodo splendido, sotto il dominio dei Longobardi, fu seriamente danneggiata dall’avanza sul territorio dei Saraceni (881) e dagli Ungari (937).
La chiesa fu rinnovata solamente tra il 1075 e il 1102 per volere del vescolo di Valsalva e abate di San Clemente a Casauria, Trasmondo.
La struttura subì un terribile incendio nel 1229 e fu ricostruita grazie all’intervento di Giustino da Chieti.
La chiesa, nei secoli è stata devastata da terribili terremoti  e venne ricostruita completamente intorno al XVII e XVIII in stile barocco.
Oggi, dopo lavori di restauro avvenuti negli anni 70’ è possibile ammirare lo splendore della basilica con lo stile romanico originario, riportando alla luce affreschi risalenti al XV e XVI secolo.
Nei paraggi è possibile ammirare la piazza principale di Corfino con la caratteristica forma a ventaglio, costruito su di un antico anfiteatro romano del I secolo a.C.; l’eremo e le gole di San Venanzio a Raiano, e le sorgenti del Pescara a Popoli.
Orario di apertura: 8.30 – 12.00 / 14.00 – 18.00 Ingresso: libero Periodo consigliato: tutto l'anno Info e contatti: municipio 0864 728100 comune@comunedicorfinio.it Sito web ufficiale: www.comune.corfinio.gov.it Ilaria D.P.

Leggi tutto l'articolo